Iniziamo subito spiegando cos’è questo innovativo materiale nel campo dell’arredamento che ha portato una ventata di creatività ed efficienza nel design. Il Fenixè un materiale nanotecnologico dalle altissime prestazioni, trattato con resine acriliche di ultima generazione indurite e fissate attraverso un processo chiamato Electron Beam Curing, ovvero un metodo di polimerizzazione a freddo. Un materiale opaco, e che potremo definire intelligente, grazie alle numerose caratteristiche che lo rendono estremamente versatile nel campo dell’arredamento e particolarmente apprezzato nella realizzazione di cucine all’avanguardia.

Caratteristiche del Fenix. Perché utilizzarlo sulla nostra cucina

Grazie alla lavorazione che viene fatta nella creazione di questo materiale, il Fenix presenta caratteristiche innovative che si prestano particolarmente ad essere utilizzate nell’arredo di ambienti molto vissuti, e dove l’utilizzo di agenti chimici, acqua e detersivi è molto frequente come la cucina. Il Fenix è infatti costituito da un materiale anti-impronta, morbido al tatto ed estremamente resistente, tanto che può sopportare urti, strofinamento, ma anche l’attacco di solventi e reagenti tipicamente usati nelle pulizie domestiche. La sua superficie opaca e a bassa riflessione di luce infatti, è ripristinabile nei micro-graffi: ovvero grazie ad una memoria interna della rete di polimeri incrociati di cui è costituito, attraverso il semplice calore di un ferro da stiro caldo a 120°, acqua tiepida e un panno di microfibra, è possibile riparare in 10 secondi eventuali graffi e abrasioni. Possiede inoltre un’altissima resistenza al calore secco, ai solventi acidi e ai reagenti di uso domestico; e tra i vantaggi di questo materiale, c’è anche il fatto che è idrorepellente, antimuffa ed estremamente igienico in quanto resiste a cariche batteriche anche molto alte, e soprattutto, è facile da pulire. Tutto questo lo rende un materiale perfetto per rivestire le ante della nostra cucina, spesso soggette ad urti quotidiani e ad una costante pulizia con prodotti che solitamente sono molto aggressivi. La cucina resta sicuramente l’ambiente casalingo in cui traffichiamo di più con alimenti, coltelli ma anche detersivi, e possedere un design altamente tecnologico (per non dire intelligente) che si protegge in autonomia, è un vantaggio sia di investimento che di praticità.

Manutenzione, estetica e dove applicarlo

Il Fenix, come dicevamo, risulta opaco e morbido al tatto ed è estremamente facile da pulire. E’ sufficiente infatti un panno inumidito con acqua calda e un prodotto neutro per la pulizia delle sue superfici o anche una semplice spugna magica. La superficie tuttavia non deve mai essere trattata con mezzi aggressivi come spugne abrasive, carta vetrata e pagliette, o con lucidanti o prodotti con alto contenuto acido e molto alcalini che potrebbero macchiare la superficie. In commercio oggi questo materiale è disponibile in una grande varietà di colori e spessori, il che lo rende perfetto per arredare numerosi ambienti oltre la cucina (dal bagno, agli uffici fino agli ambienti esterni). Da Colleoni Arredamenti potrai trovare tantissimi modelli di cucine rivestite in Fenix e professionisti in grado di assistervi e aiutarvi nella scelta. Veniteci a trovare nel nostro showroom in Via Lecco, 63 a Curno, provincia di Bergamo o non esitate a contattarci via email all’indirizzo info@colleoniarredamenti.it o al numero 035 611543 per informazioni o per richiedere un preventivo.