Sicuramente la cucina è una delle parti fondamentali della nostra casa; non è solo il luogo in cui si prepara da mangiare, ma è anche il centro della nostra quotidianità e dove spesso si passa più tempo insieme con i propri familiari. Per questi motivi deve rispecchiare il nostro gusto estetico ma anche le nostre esigenze in termini di spazio, praticità e organizzazione.

Sono sempre di più le soluzioni proposte nel campo del design, sia per chi ha poco spazio, sia per chi, diciamolo pure, ha la fortuna di avere una grande cucina da arredare. In entrambi i casi è sempre più frequente il desiderio, oltre quello della cucina ad isola, di quella a penisola, ovvero una cucina con una configurazione lineare con un allungo verso il centro della stanza, per intenderci la famosa forma a “L” o a “C”.

Vantaggi della penisola

Nonostante i vantaggidi un certo design rispetto ad un altro siano “soggettivi”, per quanto riguarda la cucina a penisola vogliamo elencarne 5 che sicuramente rispecchiano il pensiero di tutti.

  1.  Il primo vantaggio lo riscontriamo soprattutto quando ci troviamo in un open space: qui la cucina a penisola funge da divisorio tra la zona cucina e il soggiorno senza l’utilizzo di ulteriori elementi di arredo, creando automaticamente due zone distinte e preservando la caratteristica dello spazio aperto tipico di un loft.
  2. Un altro aspetto positivo è che la penisola può fungere da tavolo, evitando così di occupare ulteriore spazio, su cui mangiare e consumare pasti veloci in un ambiente dinamico che esalta un aspetto fondamentale di questa parte della casa, ovvero la convivialità. Sarà necessario quindi aggiungere qualche sgabello della giusta altezza per avere un tavolo vero e proprio.
  3. Diciamo la verità, una delle cose di cui spesso ci si lamenta è la mancanza di un piano da lavoro abbastanza ampio in cucina. Il timore è quello di togliere spazio alle varie componenti elettriche, come il frigo, i fornelli, il lavello per non parlare dello spazio per gli elettrodomestici. Con la cucina a penisola si risolve quindi un aspetto fondamentale in quanto può fungere anche da piano di lavoro ospitando comunque nella parte inferiore altri scompartimenti salva spazio.
  4.  Anche in una cucina collocata in una stanza divisa dal soggiorno, un altro vantaggio lo abbiamo a livello logistico nel momento in cui vogliamo ristrutturare o magari creare più spazio, senza dover necessariamente spostare o cambiare gli impianti. In questo modo dunque, potremo ampliare la nostra cucina magari eliminando il tavolo e aggiungendo il modulo a penisola, ottenendo così con un solo modulo un tavolo, un piano da lavoro e più scompartimenti.
  5. Sempre sul piano funzionale, molto spesso vogliamo dividere la zona fornelli dal lavello ma non abbiamo sufficiente spazio. Aggiungendo la penisola possiamo spostare su questa la zona lavaggio, o se preferiamo la zona fornelli aggiungendo una cappa sospesa, e guadagnare più spazio nella sezione lineare a parete per mettere ad esempio tutti gli elettrodomestici da tavolo.


Progettare per avere più spazio

Nonostante i vantaggi sopra elencati, la cucina a penisola (cosi come quella ad isola) spesso rappresenta un sogno nel cassetto difficile da realizzare a causa dello spazio spesso troppo piccolo dedicato a questa parte della casa. Il nostro consiglio è di non abbandonare l’idea e rivolgervi a professionistiin grado di trovare la soluzione più adatta al vostro spazio e alle vostre esigenze per avere la cucina dei vostri sogni. Da Colleoni Arredamentipotrete trovare tantissimi modelli di cucine e professionisti in grado di aiutarvi nella gestione dello spazio. Veniteci a trovare nel nostro showroom in Via Lecco, 63 a Curno, provincia di Bergamo o non esitate a contattarci via email all’indirizzo info@colleoniarredamenti.it o al numero 035 611543 per informazioni o per richiedere un preventivo.